IDEAS

Il partenariato del progetto di cooperazione interterritoriale “IDEAS” era composto dai seguenti GAL: Le Macine (Capofila), Bradanica e COSVEL per la Regione Basilicata, Serre Salentine, Terra d’Arneo e Capo S. Maria di Leuca per la Regione Puglia. Il progetto di cooperazione IDEAS ha perseguito l’obiettivo primario di promuovere e valorizzare le aree ambientali e naturalistiche della Puglia e della Basilicata.Due regioni che presentano aree di elevata rilevanza ambientale (aree protette, zone SIC/ZPS, oasi faunistiche e/o naturalistiche, aree di pregio ambientale, etc.).

Queste aree, nella generalità dei casi, sono sottoposte a pressioni di natura antropica dovute alla frequentazione di visitatori o alle normali attività di coltivazione e uso dei territori interessati. Si è posta, quindi, la necessità di predisporre modalità di fruizione di questi territori caratterizzate da un elevato grado di sostenibilità ambientale e di turismo accessibile di tipo innovativo e dimostrativo, con particolare attenzione alla fruizione degli stessi territori da parte di persone portatrici di handicap. II progetto ha affrontato questi problemi, mettendo insieme, nel partenariato, una serie di situazioni fra loro differenti per situazioni ambientali e geografiche, individuando e ponendo in atto metodologie comuni adeguate e applicabili in ciascuno dei territori interessati. Da questo punto di vista si sono perseguiti i seguenti obiettivi operativi comuni: migliorare i servizi ambientali delle aree protette coinvolte; porre in atto dispositivi che attraverso la conoscenza e la promozione, contribuiscano a valorizzare e a salvaguardare la qualità delle risorse naturali e del paesaggio; migliorare complessivamente la qualità della vita e dell'ambiente rurale nei territori interessati. “IDEAS” ha promosso e valorizzato l’area del Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento quale presidio della biodiversità naturale e agronomica e ha perseguito obiettivi specifici. Il primo obiettivo è stato quello di consolidare le politiche di coinvolgimento delle comunità degli agricoltori e degli artigiani all’interno del sito ambientale, al fine di tutelare la biodiversità caratterizzata dalle sementi di varietà tradizionali e le razze autoctone, favorendo un rapporto sempre più stretto fra produttori e consumatori (co-produttori) per rendere più trasparente il lavoro di chi produce cibo e opera in settori inerenti. Il secondo obiettivo è stato quello di tutelare e valorizzare il patrimonio rappresentato dai saperi degli agricoltori e dalla biodiversità dei prodotti dell’agricoltura sostenibile attraverso la creazione di una comunità di operatori locali in grado di promuovere tutti gli aspetti economici, ambientali e culturali legati all’area protetta e di difendere la biodiversità per la conservazione e la salvaguardia delle specie agricole a rischio di estinzione. Il GAL ha realizzato un educational rivolto ai docenti delle Scuole Primarie di 1° e 2° grado dei territori appartenenti ai GAL partner della Regione Basilicata, in particolare quelli del GAL Le Macine e del GAL Bradanica. L’Educational è stato realizzato in collaborazione con il Parco Regionale Litorale di Ugento e ha visto la partecipazione di circa trenta tra docenti e Dirigenti dei suddetti Istituti Scolastici. L’Educational si è svolto in due giornate, e ha riguardato prevalentemente i territori del Parco di Ugento, del Parco di Punta Pizzo e dell’Isola di Sant’Andrea, coinvolgendo, pertanto i GAL Capo S. Maria di Leuca e Serre Salentine. L’Educational ha perseguito l’obiettivo di far conoscere e sperimentare agli eventuali gruppi scolastici da ospitare in futuro le proposte promosse dai GAL: Capo S. Maria di Leuca e Serre Salentine, e dal Parco Naturale Regionale “Litorale di Ugento”. Uno dei principali obiettivi ottenuti è stato quello di sviluppare itinerari educativi che conducano le nuove generazioni a far conoscere la natura in modo diretto, dinamico e divertente. L’Educational si è svolto tra visite del territorio e dimostrazioni laboratoriali al fine di presentare, far conoscere e far vivere il territorio del Capo di Leuca al personale scolastico partecipante, attraverso un percorso turistico - didattico appositamente preparato per gli alunni. Nel caso specifico, l’Educational ha consentito ai docenti partecipanti di fare esperienza, in prima persona, delle attività, dei percorsi e delle esperienze da proporre ai ragazzi e di conoscere territori particolarissimi, mettendo in evidenza il valore e l’importanza di un’area protetta. I docenti partecipanti sono stati coinvolti in una serie di attività di esplorazione e scoperta del territorio sia dal punto di vista storico – culturale, sia dal punto di vista scientifico – naturalistico. Nonostante la forte trasformazione subita dal territorio negli ultimi anni, il Parco conserva il suo valore naturalistico e paesaggistico e una varietà di ambienti naturali, individuati dalla Comunità Europea come Habitat di interesse prioritario e comunitario nel Progetto Europeo “Rete Natura 2000” e meritevoli di conservazione. Il progetto ha proposto la realizzazione di itinerari enogastronomici e laboratori del gusto in alcune aziende del territorio di Ugento, rappresentando un’importante vetrina dei prodotti agroalimentari di qualità del parco.  Con riferimento alle azioni locali il GAL, con il supporto del Parco Naturale Litorale di Ugento ha realizzato itinerari enogastronomici e laboratori del gusto all’interno di splendide masserie del territorio di Ugento. Tale attività ha previsto il supporto decisivo del Consorzio di Gestione della Riserva di Torre Guaceto e della condotta Slow Food Alto Salento e ha rappresentato un’importante vetrina dei prodotti agroalimentari di qualità del Parco. Durante i laboratori che si sono realizzati, i produttori-agricoltori e i pescatori di Ugento hanno presentato i loro prodotti e accompagnato i visitatori alla scoperta dei cibi identitari, frutto della straordinaria interazione positiva tra l’uomo raccoglitore-trasformatore e l’ambiente che lo circonda. Un’occasione unica per parlare di ambiente, tutela del paesaggio e del territorio e rispetto per la legalità. Inoltre, sono stati realizzati laboratori e incontri tematici sull’agricoltura e sull’artigianato di qualità. Con il laboratorio “Dalla pietra alla tavola” dell’associazione “Salento Sostenibile” sono state approfondite le conoscenze su alcune delle più antiche varietà locali di grano e sul loro utilizzo in cucina con il laboratorio della pasta fatta in casa. Con i laboratori di tintura e colore, creatività e passione, arte e artigianato, sono entrate in contatto diretto con il territorio al fine di sperimentare l’estrazione di tinte naturali per la colorazione sostenibile di stoffe di seta. Sono stati realizzati sei laboratori tra agosto e settembre 2015. Un’altra attività molto importante nell’ambito del progetto di cooperazione ha riguardato il recupero del sentiero per non vedenti e ipovedenti lungo le piste consortili che costeggiano il Bacino di Rottacapozza Sud del Parco Naturale di Ugento. L’intervento è stato realizzato con l’obiettivo di garantire l’accessibilità anche a utenti con disabilità e in particolare quelli non vedenti e ipovedenti. Nello specifico il sentiero è stato attrezzato con un corrimano guida in legno su cui sono stati apposte delle targhette in braille contenenti le informazioni necessarie sul percorso e sul territorio. Il sentiero, avendo una valenza didattica e naturalistica, è stato dotato di leggii informativi e di una mappa tattile con lo scopo di rappresentare nella sua interezza il percorso. Il GAL ha ottenuto importanti riscontri circa la promozione degli itinerari naturalistico - paesaggistici del Capo di Leuca ed in particolare del Parco Naturale Litorale di Ugento e del partenariato coinvolto. Con riferimento alla parte comune del progetto di cooperazione, le attività svolte sono state indirizzate per la maggior parte a un target di età scolare. I Dirigenti scolastici degli Istituti lucani hanno preso contatti con quelli del Capo di Leuca per l’organizzazione congiunta nei prossimi anni scolastici di viaggi d’istruzione finalizzati alla conoscenza dei rispettivi territori, prevalentemente dal punto di vista naturalistico - ambientale, ma anche delle peculiarità in termini di prodotti tipici e artigianali. IDEAS ha rappresentato una valida occasione per il Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento e per il GAL, per studiare l’ambiente, la tutela del paesaggio e del territorio e il rispetto per la legalità, per i produttori locali un’occasione unica per presentare e far degustare le produzioni tipiche del Capo di Leuca. Inoltre il progetto ha consentito di realizzare dei percorsi naturalistici fruibili anche da diversamente abili (non vedenti e ipovedenti). L’adesione al progetto ha favorito lo scambio di buone prassi con altri territori italiani e contribuito a consolidare ulteriormente l’immagine del Capo di Leuca e del sito ambientale ugentino, come territorio ad alta valenza naturalistico - ambientale da tutelare e valorizzare.