IL GAL CAPO S.MARIA DI LEUCA CON "PENISOLE D'ITALIA" ALLA FIERA EXPO 2000 DI MIGGIANO PER PROMUOVERE L'AGROALIMENTARE E L'ARTIGIANATO TIPICO

Il GAL Capo S.Maria di Leuca sarà a Miggiano per l’edizione 2015 di EXPO 2000, la Fiera regionale dell’Industria, Artigianato, Agricoltura del Salento in 2 padiglioni,ottagonale e rettangolare, con 11 aziende dei settori: agroalimentare e artigianato tipico, nell’ambito del Progetto di Cooperazione interterritoriale “Penisole d’Italia”, insieme ai GAL: Terra d'Arneo e Serre Salentine. L’evento, in programma dal 15 al 18 ottobre prossimi, ormai da anni richiama decine di migliaia di visitatori, grazie ala sua notorietà sempre maggiore e alla sua superficie espositiva, che oramai raggiunge i 45 mila metri quadrati,  al considerevole numero di aziende espositrici, ai prodotti originali e innovativi  presentati, che ad ogni edizione i visitatori possono scoprire e apprezzare.

L'evento fieristico, con ingresso gratuito, sarà possibile visitarlo Giovedì 15 Ottobre dalle ore 19.00 alle 23.00, da Venerdì 16 a Domenica 18 otttobre dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 23.00.

Come scrive il Presidente del GAL, Rag. Rinaldo Rizzo, nel giornale della fiera: “Per il terzo anno consecutivo, nell’ambito del Progetto di Cooperazione Interterritoriale “Penisole d’Italia”, il GAL Capo S.Maria di Leuca è presente a EXPO 2000 con l’obiettivo di sostenere l’impegno di tutti gli imprenditori partecipanti e dell’Amministrazione comunale di Miggiano che organizza un appuntamento fieristico, che ogni anno rafforza il dialogo con le realtà produttive del territorio. EXPO 2000 e il GAL Capo S. Maria di Leuca: due attori protagonisti dello sviluppo locale del Capo di Leuca, e che vedono, nella “tipicità” e nella “tradizione”, gli strumenti per far crescere un territorio con un patrimonio di cultura e di risorse umane che raramente si riscontrano in altre aree. Una realtà diventata una vetrina importante per le aziende espositrici, ma significativa anche per premiare il coraggio di molti artigiani e imprenditori nel mantenere in vita queste attività in un momento di crisi e in un quadro imprenditoriale regionale sempre più articolato e complesso. Un evento fieristico unico, che si rinnova da oltre quindici anni, sempre con lusinghieri risultati, e che saprà riconfermarsi nonostante la crisi economica sempre forte. Una fiera che pur mantenendosi ben ancorata alle proprie antiche origini, si adegua ai tempi che cambiano, che cresce costantemente e i numeri parlano da soli: le aziende partecipanti quest'anno saranno oltre 200. Auguro agli espositori quattro giorni di buoni affari e di migliaia di visitatori per gli organizzatori, con l’obiettivo di diventare un giorno: Fiera Nazionale.”